Storia

L’Associazione Tuluile Bantu (in lingua ciluba vuol dire promuovere-difendere l’uomo) è una organizzazione non lucrativa a carattere umanitario, che ha come scopo la promozione e la difesa dei diritti umani, con una particolare attenzione rivolta all’Africa.
Creata su iniziativa di Padre Clemente Kayembe Lubombo, congolese, nel 1997 in Congo e in Italia nel dicembre 2000, indirizza le sue priorità sulla persona umana, sulla sua realizzazione attraverso il lavoro e l’impegno.

Le priorità dell’A.TU.BA sono contenute nella dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo del 1948 in cui si legge: “ ogni persona ha diritto ad un livello di vita sufficiente ad assicurare la sua salute, il suo benessere materiale e della sua famiglia, la sua alimentazione, una casa e tutti gli altri servizi necessari alla sua vita; ogni persona ha diritto all’educazione”.
L’A.TU.BA ha anche il ruolo di denunciare le oppressioni e le violazioni dei diritti dell’uomo e della donna.
E’ in questo contesto e con queste priorità che si inserisce l’attività del gruppo di Trapani, operativo ormai dal 2001 e a cui fanno capo numerosi soci e sostenitori. L’intervento, che si realizza in strettissimo contatto con le associazioni consorelle del Congo è finalizzata soprattutto alla realizzazione di un centro polivalente (sanitario e didattico) nel villaggio di Makumbi a 90 km da Tshikapa.

La prima pietra di questa costruzione è stata collocata nell’agosto 2001, alla presenza di una delegazione.
Tutto africano il progetto, materiale e operai. Persino i mattoni sono stati costruiti con l’argilla del villaggio attraverso il lavoro degli stessi abitanti e con l’ausilio di una rudimentale macchina per fabbricare mattoni.
Allo stato attuale i lavori sono nella fase del completamento di alcune strutture. Ultimamente è stata inaugurata la struttura che fungerà da farmacia, laboratorio di analisi e vaccinazioni. Tutto questo è stato possibile attraverso una capillare e paziente opera di sensibilizzazione che ha visto impegnati i soci, tutti volontari, e numerose scuole del territorio in una splendida gara di solidarietà.

I fondi raccolti pazientemente grazie a varie iniziative hanno consentito anche di inviare in Congo un container con materiale utile alla costruzione e, un camion militare e un rimorchio, acquistati dall’Associazione per consentire l’invio di ulteriore materiale e per dotare il villaggio di un mezzo utile agli spostamenti.

Bisogna ricordare che il territorio sul quale opera l’A.TU.BA è in piena foresta equatoriale, accessibile da Tshikapa attraverso una pista quasi inesistente e percorribile solo con fuoristrada potenti.
A rendere più complesso il panorama socio-politico del luogo intervengono le guerre civili ed interetniche oltre che le epidemie che, mietono vittime soprattutto fra i bambini.
L’intervento dell’ATUBA, come si può vedere non ha carattere puramente assistenziale né di mera beneficenza, piuttosto vuole essere un’attività di sostegno della popolazione africana.

 4,082 total views,  1 views today